Regione Piemonte
I RESTAURI DELLA REGGIA
Ministero Beni Culturali e Ambientali

Dopo anni di abbandono in cui fu anche oggetto di atti di vandalismo (1945-1960) il complesso di Venaria Reale - uno dei più grandi "contenitori" europei avente una superficie calpestabile di circa 80.000 mq. ed un volume di circa 480.000 mq. - è stato dato nel 1960 in consegna alla Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici del Piemonte che ha iniziato un primo cantiere di restauro nel 1961.
I lavori hanno interessato il completamento di 24.000 mq. di coperture, il restauro statico per circa 120.000 mc., il rifacimento di solai e murature, stucchi, infissi e impianti tecnologici, sia con fondi ordinari sia con fondi FIO, eliminando in tal modo il pericolo di crollo. In dettaglio sono stati ripristinati solai e coperture di:

  • Reggia di Diana, Galleria Grande e Padiglioni Garoviani di testata alla stessa galleri
  • Torrione Alfieri e suoi raccordi con chiesa ddi S.Uberto e Galleria Grande
  • Chiesa di S.uberto, Citroniera e scuderia Juvarriane
  • Galleria Alfieri e parte delle scuderie alfieriane
Nel contempo si realizzata la posa del riscaldamento a pavimento nella Galleria Grande e a termoconvettori nel Padiglione garoviano Ovest, nonchè i relativi servizi e l'impianto fognario del complesso.
Dal 1995, con la nuova direzione dell'Ing. Francesco Pernice, i lavori sono stati finalizzati al restauro e riuso funzionale del complesso onde fornire al visitatore-ospite ampi spazi da utilizzare per manifestazioni, in un ottica di una più ampia fruizione pubblica anche a livello internazionale.
A tal fine sono stati complessivamente recuperati per una superficie di circa 5.000 mq. :
  • La Galleria Grande e il Padiglione Garoviano Ovest
  • Parte della Chiesa di S.Uberto, la biglietteria del Castello e altri locali del Complesso
See this page in English